Abitare glamour

progetto di interni

 

L’appartamento è collocato all’ultimo piano di un edificio degli anni ’30 a Milano.
Si caratterizza non per la metratura, in quanto si sviluppa su una superficie di mq70, bensì per una terrazza a colonne che abbraccia due lati dell’appartamento.
La distribuzione degli interni è tipica del periodo: stanze che si susseguono collegate da corridoi, soffitti alti con decorazioni a stucco e pavimenti in rovere a listelli.
L’impianto originale non consente interventi di tipo strutturale. Si è quindi deciso di intraprendere un percorso progettuale teso a mantenere e valorizzare il carattere dell’appartamento conservando i locali nel loro taglio originale e affidando a piani e superfici la nuova definizione degli spazi.
Sono stati recuperati gli infissi esterni e le porte interne ripristinate e verniciate a smalto con pennello, i termosifoni con le canalizzazioni a vista, i soffitti con le decorazioni a stucco, il camino ad angolo nel Living reinterpretato con una cornice in Pietra Basaltina.
Non è stato possibile conservare i pavimenti per un problema strutturale ma sono stati sostituiti utilizzando materiali e schemi di posa dell’epoca: Parquet a listelli in legno di rovere per la zona Living, marmette in cemento per il disimpegno, la cucina e il bagno di servizio, mentre per il bagno principale sono stati utilizzati marmo Bianco Calacatta per pavimento e rivestimento abbinato ad un mosaico nero.
Lo stile che caratterizza questo intervento è sobrio ed elegante, teso a valorizzare l’esistente interpretandolo in chiave contemporanea.
A sottolineare questo stile è l’accurata scelta delle finiture, dei colori e dall’arredo.
Per le pareti sono stati scelti cromie morbide sui toni del grigio verde, così come per porte, infissi, termosifoni, armadio e boiseriè utilizzata come testata per il letto.
Per il disimpegno è stata scelta una carta da parati con disegno geometrico in bianco e nero per enfatizzare un locale altrimenti anonimo.
Per quanto riguarda l’arredo molti mobili sono stati realizzati su disegno: l’armadiatura posta all’ingresso con ante a tutta altezza a listelli in rovere spazzolato e verniciato nero, così come la libreria nel Living e la cucina. I pezzi di arredo sono pochi e di design, come le lampade, il tavolo Saarinen e le sedie di Arnè jacobsen.
Particolare attenzione è stata riservata all’illuminazione: tagli di luce, incassi a parete e a soffitto quindi “ luce invisibile” si contrappone alle lampade storiche di design.
Insieme la luce fluisce, creando suggestioni e atmosfere